Produttore di Star Trek Discovery: "Le incongruenze della serie rispetto al canon sono solo apparenti" |   TG Trek  

Header

martedì 10 ottobre 2017

Produttore di Star Trek Discovery: "Le incongruenze della serie rispetto al canon sono solo apparenti"

DSC, Discovery, Intervista, Mary Chieffo, Jason Isaacs, Anthony Rapp, Wilson Cruz, L'Rell, Stamets, Lorca, Culber, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Un produttore e alcuni attori di Star Trek: Discovery hanno partecipato ad una conferenza stampa che s'è tenuta a margine dell'incontro di sabato scorso alla Comic-Con di New York.

E' stata un'occasione per chiedere agli attori le loro opinioni sui personaggi che interpretano e per affrontare la spinosa questione della coerenza narrativa della nuova serie rispetto al canon della saga.

Le incongruenze saranno risolte alla fine


Il produttore esecutivo Akiva Goldsman risponde a chi gli chiede come si può spiegare la tecnologia avanzata della Discovery rispetto al canon e se questo può suggerire che la serie sia in realtà ambientata nella linea temporale Kelvin dei film prodotti da J.J. Abrams:

No, non siamo nella linea temporale Kelvin, che è un reboot della linea temporale originaria. Non facciamo parte di quel reboot, siamo nella linea temporale originaria, la stessa delle altre serie TV e dei film ad esse connessi. Siamo dieci anni prima della Serie Classica... dove questi prototipi di nave come la Discovery - erano due prototipi, ora ne resta uno - rappresentano una variante tecnologica rispetto alla classe Constitution. Siamo perfettamente consapevoli di ogni cosa che appare come una deviazione rispetto al canon. Risolveremo ciascuna di queste deviazioni prima di arrivare a coprire interamente questo arco temporale di dieci anni che ci separa dalla TOS.

Una di queste cosiddette deviazioni è stata riscontrata nel terzo episodio di Discovery, quando viene fatto un uso interno del teletrasporto da stanza-a-stanza (pratica che sembra troppo avanzata per il suo tempo). Secondo Anthony Rapp è qualcosa che Scotty potrebbe fare, oltretutto bisogna considerare che la USS Discovery è una nave più recente rispetto alla USS Enterprise. La showrunner Gretchen J. Berg racconta che questo particolare è stato oggetto di discussione:

Ne abbiamo parlato parecchio, perché sapevamo che sarebbe stato un po' controverso. Alla fine abbiamo deciso che su quella nave, si può fare. Dato che Lorca è un tipo di capitano differente, fa cose che gli altri capitani non farebbero per evitare certi rischi.


DSC, Discovery, Intervista, Mary Chieffo, Jason Isaacs, Anthony Rapp, Wilson Cruz, L'Rell, Stamets, Lorca, Culber, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Fonti d'ispirazione per i personaggi


Gli attori hanno detto come abbiano fatto propri (o abbiano volutamente evitato di fare propri) alcuni personaggi di Star Trek provenienti da altre serie.

Mary Chieffo (L’Rell) ha raccontato di come si sia preparata alla sua interpretazione andando a rivedere tutti gli episodi della saga incentrati sui Klingon:

Continuo ad avere come riferimento Grilka di Deep Space Nine, perché ha questa storia molto significativa di una donna che non può entrare a far parte del casato di suo marito in quanto donna... alla fine però, grazie alla sua intelligenza e perseveranza (nonché l'aiuto di Quark) diventerà la leader del suo proprio casato. Trovo divertente dei Klingon che abbiano delle donne così forti, costrette però ad inserirsi in una struttura sociale patriarcale. Sono eccitata all'idea di capire come percepirete il modo in cui L'Rell si relaziona in una società così patriarcale. Sono elettrizzata per come questo elemento sia stato inserito nella storia.

Wilson Cruz (il Dr. Culber) è un novizio di Star Trek, ma dice di aver fatto le sue ricerche da dottore:

Se [Spock] rappresentava il cervello e Kirk la forza, allora McCoy era il cuore. Ho voluto infondere in [Culber] quanto più possibile quel tipo di sensibilità.

Jason Isaacs (il Capitano Lorca), che è cresciuto guardando Star Trek, dice invece che sta cercando di mantenere Lorca su un piano diverso:

Non desidero affatto essere una pallida imitazione di chi mi ha brillantemente preceduto. Quindi, è stato tutto costruito in retrospettiva proprio per far sì che non somigliassi a nessuno di già visto prima in Star Trek.


DSC, Discovery, Intervista, Mary Chieffo, Jason Isaacs, Anthony Rapp, Wilson Cruz, L'Rell, Stamets, Lorca, Culber, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Citazioni in pillole


Anthony Rapp (il Tenente Stamets) dice a proposito di Discovery e delle altre serie a cui si può paragonare:

Non so se [i produttori] sono d'accordo ma ho la sensazione che [Discovery] prenda la maggior parte del suo DNA mescolando insieme Serie Classica e Deep Space Nine.

Jason Isaacs dice che verranno esplorati i retroscena del suo e di altri personaggi:

La ricchezza di esperienze di vita di queste persone sarà certamente mostrata, verrà spiegato chi è Lorca, perché si comporta così e cosa gli è accaduto.

Per finire, Akiva Goldsman risponde a chi gli chiede se nella serie conosceremo mai cosa pensa Spock dell'ammutinamento messo in atto da Michael Burnham:

Eh no.

Tuttavia, se siete curiosi di conoscere le dinamiche relazionali tra Spock e Burnham, non potete assolutamente perdervi il romanzo di David Mack Star Trek: Discovery – Desperate Hours




Fonte: TrekMovie




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!

Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?