Patrick Stewart: "I miei colleghi di The Next Generation mi hanno allungato la vita." |   TG Trek  

Header

giovedì 9 marzo 2017

Patrick Stewart: "I miei colleghi di The Next Generation mi hanno allungato la vita."

Patrick Stewart
A trent'anni dal debutto di The Next Generation, Patrick Stewart ringrazia i suoi amici e colleghi di TNG per averlo reso l'uomo che è oggi, nella vita e sul lavoro.

L'attore settantaseienne è stato ospite di Conan e ha parlato della sua partecipazione nei film degli X-men e di Wolverine nel ruolo del professor Charles Xavier.

Parlando dei primi anni di The Next Generation e dei suoi colleghi Jonathan Frakes, Brent Spiner, Marina Sirtis, LeVar Burton, Michael Dorn, Denise Crosby e Gates McFadden, Stewart ricorda:



Ero un tipo noioso e pesante. Ero fissato con la disciplina e giudicavo il cast... i miei colleghi in Star Trek The Next Generation, così insubordinati alle volte... troppe battute, troppi scherzi e canzoncine. Così ho indetto una riunione. Eravamo agli inizi della prima stagione... e gli ho detto "Guardate ragazzi, noi siamo qui solo per qualche ora al giorno. Qui c'è gente che lavora tutto il giorno, tutti i giorni, e non importa cosa facciamo o quanto tempo libero abbiamo. Dobbiamo pensare a loro e concentrarci sul nostro lavoro". Denise Crosby allora mi ha risposto “Ma su, Patrick, dobbiamo pure divertirci un po'" Provocando la mia risposta stizzita: "NON siamo qui per divertirci!". Ecco, quella persona, non avrebbe mai accettato il ruolo nel film delle Emoji.
Stewart continua, riflettendo su come l'esperienza con i suoi amici di TNG gli abbia migliorato la vita:
Ora sono il buffone del set. Di questo devo ringraziare in miei amici di Star Trek. Penso che mi abbiano allungato la vita. Penso che, forse, se non fosse per loro e per il fatto che mi hanno insegnato a ridere di più, oggi potrei non essere qui.






Fonte: TrekNews




Commenta la news sul forum di Star Trek Italia!

Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?